Istituto di Istruzione Superiore
San Giovanni in Persiceto (Bo)
Tel. 051 821832/823651 - E-mail: informazioni@archimede.gov.it
Wheelchair OK -  Torneo di hockey su carrozzella elettrica

Il 3 maggio scorso, presso l’’Istituto “Paradisi” di Vignola, si è giocata la partita di ritorno del torneo di “Wheelcair OK”, l’hockey su carrozzella elettrica: più che una sfida, ormai è una collaborazione fra le due scuole.

La classe 3D Liceo linguistico ha incontrato la classe 2A  AFM del 'Paradisi' e Marco Spaggiari, docente di educazione fisica e coordinatore  dell’attività, nella palestra dell'istituto. La classe è stata accompagnata dai professori Rossella Terreni, referente  del progetto, Matteo Ansaloni, docente di educazione fisica, Deborah Mareni, educatrice, e Catia Rizzati, referente del sostegno. Anche quest’anno è stato gradito ospite Matteo Premi che, quando era studente dell'Archimede,  è  stato l'iniziatore del progetto con la professoressa Terreni.

Prima di dar inizio alla partita, Spaggiari ha ricordato il senso della giornata: l’impegno a promuovere uno sport che non sia l’ennesimo fattore di ostacolo per chi ha una disabilità. Sono seguiti gli interventi del sindaco di Vignola, Simone Pelloni; gli atleti su sedia a rotelle Matteo Premi, Matteo Trombetti, studente dell’Archimede, Martina Latina, studentessa del Paradisi e  Lorenzo Vandelli, loro allenatore della “Sen Martin”,  hanno parlato dell'importanza della loro esperienza nello sport. Il Preside del Paradisi, Roberto Cavalieri, ha salutato i partecipanti, poi la partita ha avuto inizio. Per il 'Paradisi' hanno giocato  Lorenzo Vandelli e Martina Latina; per l’Archimede Matteo Premi e Matteo Trombetti. I primi a mettersi in gioco sperimentando le carrozzine elettriche messe a disposizione dalla ditta “Ottobock” sono stati i professori, il Preside e il sindaco, che hanno dimostrato non meno entusiasmo dei ragazzi, che si sono dati il cambio nelle diverse manches.

Anche fuori casa, la vittoria ha arriso all’Archimede, che però ha dovuta contenderla fino all’ultimo all’agguerrita classe del Paradisi.

La  vera vittoria però è stata costruita insieme, nel divertimento e nella  fatica di ognuno di mettere in comune le proprie abilità.

 Wheelchair hockey


Pubblicata il 27 maggio 2018